Sicilia, Musumeci all’Ars: priorità codice etico e abolizione voto segreto

“Occorre modificare il regolamento dell’Assemblea regionale siciliana, sarebbe bello se venisse abolito il voto segreto, una norma regolamentare che non fa fatto e non fa onore alla storia del Parlamento siciliano”. Lo ha detto il presidente della Regione siciliana, Nello Musumeci, alla vigilia dell’insediamento dell’Ars rispondendo ai giornalisti che gli chiedevano quali fossero le priorità che il nuovo Parlamento regionale dovrebbe subito affrontare. “Mi auguro che venga approvato – ha proseguito il governatore- anche il Codice etico per i dipendenti e per il ceto politico, che la Commissione Antimafia da me preceduta già due anni fa ha completato con il voto favorevole della commissione Affari istituzionali e della stessa commissione Antimafia”. Per Musumeci sarebbe “un forte segnale da parte dell’Ars con la quale desidero avere un rapporto franco, leale, improntanto al reciproco rispetto”.

“Domani presenterò la Giunta e poi aspetteremo il completamento degli uffici di presidenza per rendere all’Aula le dichiarazioni programmatiche, penso già la prossima settimana”, ha annunciato Musumeci.