Ars, Di Mauro: maggioranza compatta su Miccichè presidente

“Credo che ci sia una maggioranza compatta e anche un riconoscimento politico da parte degli altri partiti in ordine alla candidatura del presidente Gianfranco Miccichè alla presidenza di Sala d’Ercole. Auspico che oggi si procederà all’elezione, almeno alla seconda chiamata, anche se uno dei nostri deputati, Pippo Gennuso, è assente per un lutto”. Così Roberto di Mauro (Popolari e Autonomisti) parlando con i giornalisti alla seduta inaugurale della XVII legislatura dell’Ars. Il nome di di Mauro è circolato in questi giorni per una delle due poltrone di vicepresidente dell’Assemblea, rivendicate anche dalle opposizioni. “Il Pd rivendica una posizione ma deve tenere conto di qual è il sistema elettorale e del rispetto dei voti – ha commentato di Mauro – Il regolamento stabilisce che i vicepresidenti dell’Ars devono essere due: uno della maggioranza e uno dell’opposizione. Bisogna riconoscere che i grillini hanno ottenuto un consenso pari a 500mila voti, il Pd circa 250mila e da qui nasce l’esigenza di rispettare i numeri. A mio parere la vicepresidenza spetta al M5S, così come abbiamo fatto nella scorsa legislatura. E’ un riconoscimento istituzionale, poi loro decideranno il candidato”.