Ars: fumata nera alla prima votazione per il presidente, Pd fuori dall’aula

Niente da fare. Come previsto, la candidatura alla presidenza dell’Ars del leader di FI Gianfranco Micciche’ resta lontana dalla prima soglia, quella dei 47 voti, fermandosi a quota 33. Cattivo auspicio anche per la seconda votazione quando serviranno 36 consensi. La maggioranza in effetti conta su 36 deputati, ma uno, Giuseppe Gennuso e’ assente per un lutto, come ha comunicato con una nota all’Ars. Ma ci sono anche i franchi tiratori a fermare la corsa di Micciche’: un voto della maggioranza e’ andato a Riccardo Savona (FI) ed e’ stata rilevata una scheda bianca. Sono stati 56 i presenti. Il Pd ha deciso invece di non votare e molti deputati sono rimasti fuori dall’Aula, mentre il Movimento cinque stelle ha sparpagliato i voti sui propri deputati. Dopo la proclamazione dell’esito della prima votazione, l’aula e’ stata rinviata alle 13.45, il tempo per la distruzione delle schede. Poi si procedera’ alla seconda votazione.