Sicilia, #DiventeràBellissima: movimento di Musumeci al primo congresso regionale

“Il dato storico e’ che un uomo di destra per la prima volta e’ alla guida della Regione siciliana, un dato che fa onore a chi avverte ancora il senso dell’appartenenza e io sono tra questi. Da qualche giorno pero’ ho allentato l’appartenenza, perche’ un presidente della Regione deve essere presidente di tutti, ma rimane comunque l’identita’”. Lo ha detto il presidente della Regione Nello Musumeci, parlando al pubblico degli iscritti e simpatizzanti di #Diventerabellissima, movimento da lui fondato riunito al Mondello Palace di Palermo per il primo congresso regionale che esprimera’ il coordinatore, con buone probabilita’ l’ex An e sindaco di Catania Raffaele Stancanelli. Alla destra di Musumeci sul palco, il sindaco di Caltagirone l’ex An Gino Ioppolo. Presenti, in una sala gremita di curiosi e iscritti, diversi esponenti della destra siciliana da Fabio Granata, al senatore Antonio Battaglia. Ci sono anche i cinque deputati regionali di Diventera’ bellissima, Giusy Savarino, portavoce del movimento, Alessandro Arico’, Giorgio Assenza, Pino Galluzzo e Giuseppe Zitelli e l’assessore alla Salute Ruggero Razza. “Lasciatemi pero’ ricordare anche coloro che non sono di destra e che hanno preso parte al nostro progetto – ha poi aggiunto Musumeci – tra gli esponenti popolari il professore Antonino Buttitta o il prof Uccio Barone, militante comunista, con noi non per condividere valori di destra, ma perche’ ritiene che in questo momento particolarmente critico per la Sicilia occorra mettere insieme energie senza appartenenze, per rigenerare la nostra terra. E noi che veniamo da una storia di aperture dobbiamo crederci”.