Ars, Sammartino: Pd allo sbando, c’è chi fa accordi con M5s

“Il Pd all’Ars è un gruppo parlamentare allo sbando, questa è la verità…”. E’ la dura presa di posizione di Luca Sammartino (Pd), ‘Mister preferenze’ con gli oltre 32 mila voti ottenuti alle ultime regionali in Sicilia che, a poche ore dal ritorno in aula per eleggere l’Ufficio di Presidenza, attacca frontalmente il gruppo a cui è iscritto. “Nessuno si cura di convocare una riunione di gruppo – spiega Sammartino all’Adnkronos – Una situazione assurda. Non c’è nessuno che detta la linea da seguire, così come non c’era prima, non c’è adesso. Non è cambiato nulla“. Sammartino smentisce anche che questa mattina era prevista una riunione informale tra gli undici deputati eletti con i democratici. “Non mi risulta”, taglia corto. E sulla sua adesione al gruppo, spiega: “Ho aderito subito, come abbiamo fatto praticamente tutti nei giorni scorsi”. Sammartino è convinto che “qualcuno nel Pd ha fatto un accordo con il M5S” e “oggi avremo la conferma con l’elezione di Giancarlo Cancelleri alla vicepresidenza dell’Ars. Vedrete…”. Sabato pomeriggio, dopo l’elezione di Gianfranco Miccichè a Presidente dell’Ars, con quattro voti del Pd, Antonello Cracolici aveva tuonato: “Quattro utili idioti hanno votato per Miccichè, che avrebbe vinto anche senza i loro voti”.