Settesoli, Giuseppe Bursi il nuovo presidente

Domenica 17 dicembre l’Assemblea dei soci della Cantine Settesoli ha eletto il nuovo Consiglio di Amministrazione, che oggi, 18 dicembre, ha nominato Giuseppe Bursi presidente della cooperativa per il triennio 2018-20.
Giuseppe Bursi, socio conferitore della cooperativa, è dirigente regionale di grande esperienza. Agronomo, esperto del comparto vitivinicolo, essendosi occupato delle tematiche relative all’OCM vitivinicola e all’applicazione della legge sulle Denominazioni di Origine dei Vini.
Il presidente uscente, Vito Varvaro, ha dichiarato: “Lascio un’azienda forte e strutturata, capace di affrontare le sfide dei mercati, ad un successore capace e motivato, che continuerà a sviluppare i progetti della cantina in Italia e nel mondo, per consolidare ulteriormente il ruolo dell’azienda quale faro della vitivinicoltura siciliana.”
Il presidente appena eletto Giuseppe Bursi, il primo nella decennale storia dell’azienda nato a Menfi, ha dichiarato: “Sono felice dell’incarico ricevuto, consapevole della responsabilità assunta, ma certo che insieme al nuovo Consiglio di Amministrazione riusciremo a dare un nuovo impulso ad una struttura che ha sempre dimostrato di essere esempio virtuoso della Sicilia che lavora, coopera e funziona”.
Cantine Settesoli: fondata nel 1958 a Menfi, rappresenta oggi una delle più importanti aziende vitivinicole siciliane, i cui terreni vitati si estendono per 6.000 ettari circa nel distretto delle Terre Sicane, sulla costa sud-occidentale della Sicilia. Coinvolge a vario titolo nella sua attività il 70% delle 5.000 famiglie del territorio. Con i suoi 2.000 soci, quattro stabilimenti, una produzione di 22 milioni di bottiglie di vino prodotte ogni anno e una costante attenzione ai temi ambientali e sociali, Cantine Settesoli è uno dei principali protagonisti nel panorama vitivinicolo nazionale ed internazionale. L’azienda è presente in Italia e nel mondo nel canale Horeca con il marchio Mandrarossa e nei migliori supermercati con i marchi Settesoli e Inycon.