Sicilia, indagata per peculato dirigente Anticorruzione della Regione

Luciana Giammanco, dirigente generale dell’Anticorruzione della Regione siciliana, è indagata per peculato. Come scrivono oggi alcuni siti di informazione, l’alta burocrate ha ricevuto l’avviso di conclusione delle indagini firmato dal pm Luca Battiieri. Secondo l’accusa, la dirigente e un’altra funzionaria, Silvia Coscienza, non avrebbero restituito dei compensi aggiuntivi non spettanti. I fatti si riferiscono al periodo fra il 2012 e il 2013. La dirigente è accusata di essersi appropriata della somma complessiva di 25.753 euro per l’incarico di commissario straordinario dell’ex Provincia di Trapani.