Ars, Lupo: nessun rischio scissione nel Pd, serve unità

“Bisogna lavorare molto per l’unità del gruppo parlamentare perché questo ci chiedono i nostri elettori. Abbiamo il dovere di farlo per iniziare bene questa nuova legislatura. Non c’è nessun rischio di scissione, tutti gli undici deputati eletti hanno aderito al gruppo. Questo è un fatto di grande chiarezza”. Lo ha detto all’Adnkronos Giuseppe Lupo, capogruppo del Pd all’Assemblea regionale siciliana, a margine dei lavori d’Aula che oggi hanno portato al completamente dell’ufficio di presidenza, confermando le fibrillazioni interne al partito. “Non c’è la volontà di espellere nessuno – ha proseguito – mi auguro che si possa trovare un clima di coesione e di unità nel gruppo. Ascolterò tutti e undici i componenti per arrivare a una sintesi che possa rappresentarci tutti”. Indispensabile resta, però, un momento di confronto dentro il partito.  “Spero possa esserci anche a partire dalla direzione un momento di forte rilancio dell’iniziativa politica del Pd sul territorio regionale dopo la sconfitta elettorale” ha concluso Lupo.

“Nessun accordo con Miccichè e M5s”

“Credo che il partito unito avrebbe potuto ottenere di più. Non ho parlato con Miccichè e non c’è stato neppure un sostegno del M5s, che mi aveva già annunciato l’intenzione di eleggere un proprio candidato segretario”. ha detto il capogruppo del Pd all’Ars, commentando i lavori d’Aula di oggi che hanno visto il Pd fuori dalla terna dei deputati questori e l’elezione del dem Nello Dipasquale deputato segretario. “Vorrei far notare – ha aggiunto – che Siragusa eletto questore ha ottenuto 28 voti e quindi 8 in più rispetto ai 20 del suo gruppo. Questo significa che ben otto dell’opposizione tra Pd e Sicilia Futura lo hanno votato. E’ stata un’elezione equilibrata che rispecchia la rappresentanza parlamentare dei gruppi”.