Ars, De Luca capogruppo Misto: “Musumeci dica se vuole o no i voti dei deputati indagati”

E’ Cateno De Luca il presidente del Gruppo Misto all’Assemblea Regionale Siciliana. E’ stato eletto oggi da due parlamentari su cinque. Non ha votato Claudio Fava, esponente di Cento passi per la Sicilia, mentre De Luca ha incassato il voto di Tony Rizzotto (Noi con Salvini), in rotta con la maggioranza dopo l’esclusione del movimento dalla giunta di Musumeci. De Luca ha lasciato l’Udc, movimento nel quale e’ stato eletto, per iscriversi al gruppo misto nei giorni scorsi. In forte polemica con il presidente della Regione Nello Musumeci a cui ha chiesto di manifestare pubblicamente il suo apprezzamento per i voti ottenuti dai parlamentari coinvolti in procedimenti giudiziari. “Musumeci dica chiaramente in Aula se vuole o meno i voti dei deputati che hanno processi in corso. E’ scandaloso che prima abbia ottenuto i voti e poi resti indifferente”. Il deputato, arrestato il 7 novembre per una presunta evasione fiscale e poi liberato, e che ha annunciato di voler tentare la scalata alla poltrona da primo cittadino di Messina, si riferisce a un mancato riconoscimento di meriti al suo movimento Sicilia Vera che avrebbe “contribuito in modo determinante al raggiungimento degli obiettivi della coalizione” e aveva chiesto all’Udc “una preventiva chiarificazione ai partiti sui ruoli interni” che non e’ avvenuta.