Agrigento, nel segno di Pirandello si presenta nuovo percorso culturale

Giungono a conclusione le iniziative organizzate dal Libero Consorzio Comunale di Agrigento in occasione del 150esimo anniversario della nascita di Luigi Pirandello. Nel segno, infatti, del grande drammaturgo agrigentino si presenta, domani 27 dicembre, alle 11, nello spazio antistante l’Ufficio Relazioni con il Pubblico (accanto Uffici Questura), il nuovo percorso culturale ispirato, appunto, alle opere di Pirandello. Si tratta del rivestimento artistico dei sette vasi cilindrici ubicati in Piazza Vittorio Emanuele “rigenerati” ed abbelliti con ceramiche cromatiche che richiamano i colori tipici della tradizione etnoplastica siciliana e con bassorilievi che riproducono frasi tratte dalle più prestigiose opere del drammaturgo agrigentino.
L’arte antica del plasmare le materie prime e decorarle è, ancora oggi, un segno distintivo e unico della nostra tradizione culturale. Tradizione che ha ispirato il Libero Consorzio Comunale di Agrigento nell’ideare il progetto, realizzato, poi, grazie alla fattiva collaborazione tecnica ed artistica dell’Accademia di Belle Arti “Michelangelo” di Agrigento, diretta da Alfredo Prado. I lavori di decoro sono stati coordinati da Domenico Boscia, docente di scultura della stessa Accademia ed esperto in decorazioni e realizzazioni di ceramiche artistiche, autore di una lunga serie di realizzazioni artistiche, tra cui il bassorilievo di Giovanni Falcone a Kiev in Ucraina.
La realizzazione della decorazione artistica dei vasi cilindrici, ricordiamo, è stata proposta dal Libero Consorzio al Sindaco Calogero Firetto che ha apprezzato il progetto, rilevandone il duplice aspetto di valorizzazione urbana e di omaggio alla figura del “Premio Nobel” agrigentino. Il percorso culturale è stato realizzato in un’area strategica di Agrigento che ospita i principali uffici pubblici della Città dei Templi e, soprattutto, l’Ufficio Relazioni con Pubblico del Libero Consorzio di Agrigento, “avamposto” informativo di Girgenti e meta, ogni giorno, di diverse comitive di turisti e visitatori. Il decoro con ceramiche cromatiche, che rimanda ai maestri ceramisti siciliani ed agrigentini in particolare, è molto apprezzato e fotografato dai turisti che non perdono occasione per scattare un “selfie”. Alla cerimonia parteciperanno le massime autorità cittadine.