Agrigento, “l’olio della solidarietà” del Giardino Botanico ai più bisognosi

È stato già ribattezzato “ L’olio della solidarietà”. Stiamo parlando dei 320 litri di olio extravergine d’oliva ottenuto dalla molitura delle olive biologiche del Giardino Botanico di proprietà del Libero Consorzio Comunale di Agrigento. L’olio, infatti, è stato consegnato, stamani, nel corso di una significativa cerimonia a cui ha partecipato il Commissario Straordinario, Giuseppe Marino, ad enti ed istituti religiosi agrigentini che operano nel sociale. Una parte del pregiato olio è, infatti, andato alle  suore della Comunità Missionario “Porta Aperta” (Mensa della Solidarietà), un’altra parte alla “Locanda di Maria” ( casa per i senzatetto) ed il rimanente olio al Seminario Arcivescovile di Agrigento.

Alla raccolta “solidale” delle olive hanno partecipato il personale dell’Ente, i  volontari di don Giuseppe Veneziano ed i seminaristi di Agrigento, collaborati fattivamente dal Commissario Giuseppe Marino.  Nel Giardino Botanico di Agrigento, ricordiamo, è presente una ricca collezione di piante arboree ornamentali e da frutto. Tra queste, molte culture tradizionali di agrumi di vecchio e nuovo impianto e, appunto, gli olivi, tra cui una decina di esemplari che superano i tre secoli di vita. Una struttura che si propone come uno scorcio di natura incontaminata e di testimonianza di un’agricoltura tradizionale ormai scomparsa, e che ogni anno in questo periodo fornisce un piccolo contributo di solidarietà alle fasce più deboli della società.