Sicilia, Musumeci: domani in aula per esercizio provvisorio, riunita la giunta

“Domani andremo in Aula per l’approvazione dell’esercizio provvisorio e col 2018 comincerà davvero una nuova sfida”. Lo ha detto il presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, in conferenza stampa, a Palazzo d’Orleans, a Palermo, per il tradizionale brindisi di fine anno. “L’elezione dei presidenti di Commissione è andata benissimo. C’è una maggioranza solida – ha detto il governatore – che ieri ha tradotto l’essenza numerica in essenza politica. Siamo contenti nel rispetto che bisogna avere verso tutte le opposizioni con le quali il governo vuole mantenere un rapporto di lealtà perché la gravità del momento non consente a nessuno di assumere posizioni di pregiudizio”.  Dopo l’incontro con la stampa per gli auguri di fine anno, il presidente della Regione Nello Musumeci ha riunito la giunta a Palazzo d’Orleans.

Musumeci: al lavoro per rimuovere le macerie

“Siamo nella fase conclusiva dell’opera di ricognizione che, soprattutto per quanto riguarda il bilancio e le finanze, abbiamo portato avanti con il comitato dei saggi che il vicepresidente Armao ha voluto costituire. I dati saranno resi noti durante un’apposita conferenza stampa ai primi dell’anno. Sono dati allarmanti e che pero’ non ci scoraggiano”. Lo ha detto il governatore della Regione Siciliana, Nello Musumeci, incontrando i giornalisti, a Palazzo d’Orleans, a Palermo, per il brindisi di fine anno. “Sapevamo gia’ di trovare le macerie e sappiamo che ci vorranno almeno due anni per poterle rimuovere – ha aggiunto -. Nessuno si aspetti risultati immediati, ne’ la stampa ne’ i cittadini dell’isola perche’ la loro attesa andrebbe delusa. Tutto quello che potremo fare entro i due anni sara’ fatto: piccoli segnali che la gente potra’ cogliere gia’ a partire dalle prossime settimane. L’opera di ricognizione non riguarda solo i numeri ma anche le risorse umane, il personale. Stiamo lavorando – ha proseguito il governatore – per determinare la rotazione dei dirigenti e abbiamo gia’ predisposto un prospetto sostanzialmente definitivo. Cosa che faremo ai primi di gennaio. Non ci sara’ alcuna penalizzazione ma la rotazione sara’ un atto di trasparenza e uno strumento che consentira’ ai direttori di ritrovare lena, entusiasmo e rinnovato interesse per settori diversi rispetto a quelli nei quali hanno lavorato finora. Noi andremo negli uffici – ha detto Musumeci -, faremo delle visite di cortesia sia nelle strutture centrali che in quelle periferiche. Penso alla Motorizzazione, all’Ispettorato Agrario, al Genio Civile, alle Asp, all’Arpa. Porteremo il saluto del nuovo governo ma verificheremo anche cosa funziona e cosa no”.