Agrigento: primo intervento su colle San Gerlando, intervento del sindaco Firetto

“Il governo regionale ha avviato un primo, concreto, intervento sulla collina di San Gerlando di Agrigento: sara’ realizzata, lungo il costone, una barriera paramassi a dissipazione di energia. La struttura sara’ lunga 160 metri e avra’ un’altezza di intercettazione di 3 metri. Il costo dell’intervento, affidato alla Protezione civile regionale, sara’ di 174 mila euro. Un intervento insistemente richiesto e atteso, cui farà a breve seguito l’avvio dei lavori di messa in sicurezza della Cattedrale, per un importo di circa 1,6 milioni di euro, a cura del Comune di Agrigento e dell’Arcidiocesi”. Lo scrive in una nota il sindaco di Agrigento Lillo Firetto.

Ieri, la giunta regionale ha deciso di compiere un primo, concreto, intervento sulla collina di San Gerlando di Agrigento: sarà realizzata, lungo il costone, una barriera paramassi a dissipazione di energia. La struttura sarà lunga 160 metri e avrà un’altezza di intercettazione di 3 metri. Il costo dell’intervento, affidato alla Protezione civile regionale, sarà di 174mila euro. “Abbiamo raccolto con senso di responsabilità – ha detto il presidente della Regione siciliana Nello Musumeci – il grido di allarme lanciato dal cardinale Franco Montenegro, tentando di recuperare gravi omissioni del passato”. “Purtroppo, ora siamo costretti a operare in un clima di emergenza – ha aggiunto il governatore -, ma dobbiamo presto cancellare questa vergogna che vede penalizzata una delle città più antiche e belle dell’Isola e mette a pregiudizio la sicurezza di centinaia di famiglie”. “Confermiamo gli impegni del governo, assunti a seguito del sopralluogo che ho compiuto il 21 dicembre scorso ad Agrigento – ha aggiunto l’assessore regionale del Territorio e dell’ambiente Toto Cordaro -, secondo un cronoprogramma che deve vedere puntualmente attivi tutti i soggetti istituzionali chiamati a dare una risposta di efficienza e di tempestività”.