Rifiuti in Sicilia, Musumeci: “Galletti disarmante, Governo sia responsabile”

“Se non avessi spirito istituzionale direi che il ministro Galletti e’ in campagna elettorale, siccome voglio avere spirito istituzionale e rispetto per il ministro, e spero che lui ne abbia per me, ritengo che gli sia stato portato un parziale comunicato stampa: io non soltanto non parlo alla pancia dei cittadini, ma ritengo di avere fatto in parte quello che lo stesso ministro mi ha consigliato di fare con un documento firmato a Roma alcune settimane fa, e cioe’ portare i rifiuti fuori dalla Sicilia e al tempo stesso avviare un cronoprogramma di opere che andavano realizzare 10-15-20 anni fa e che invece dovro’ realizzare io nello spazio di un anno e mezzo”. Lo ha dichiarato il presidente della Regione siciliana Nello Musumeci alla trasmissione ‘Tra poco in edicola’ di Radio1 Rai, a proposito dell’emergenza rifiuti nell’Isola.

“Certo che e’ una vergogna”, quanto sta accadendo, ha riconosciuto Musumeci, “e’ una vergogna moltiplicata per 4, per 5, perche’ sono cinque i presidenti di Regione che si sono avvicendati dal 1998, sono stati proclamati cinque stati di calamita’, si e’ fatto ricorso agli strumenti in deroga, ma non hanno portato a nulla. E’ una vergogna – ha ribadito il governatore come riporta l’Agi – ma mi sembra incomprensibile e disarmante la risposta di un rappresentante del governo che, invece di andare in soccorso di un esecutivo eletto da poche settimane, lancia accuse. Io non parlo alla pancia, ma alla testa e al cuore dei cittadini a cui dico che tutti devono assumersi la loro responsabilita’, dai Comuni in forma associata alla Regione perche’ nello spazio di un anno, un anno e mezzo, si risolva questo problema. Ma mi aspetto dal governo nazionale un minimo di senso di responsabilita’”.