Sicilia, Musumeci all’Ars: “Rifiuti il primo grande problema di questo governo”

“Quello dei rifiuti è il primo grave problema che questo governo è chiamato ad affrontare, altro che luna di miele, come ha detto l’onorevole Cracolici. Questo governo non ha avuto il diritto neppure alla luna di miele, e la cosa non è che ci dispiaccia più di tanto. Sapevamo che avremmo trovato strade in salita, ma non sapevamo di dovere scavare montagne”. Così, il presidente della Regione siciliana, Nello Musumeci, durante le dichiarazioni programmatiche. “E’ difficile parlare di emergenza, visto che si trascina dal 1998 – dice Musumeci – Se potessimo utilizzare un ossimoro, potremmo parlare di una emergenza strutturata. Si sono alternati sette governi con due magistrati e un prefetto alla guida, ma il problema in Sicilia è rimasto, insoluto, sempre più gravoso. Piuttosto che valorizzare il rifiuto si è preferito alimentare il sistema delle discariche, un sistema spesso clientelare, qualche volta contiguo alle organizzazioni mafiose, talvolta ingovernabile”. E ancora: “Un sistema che ha solo prodotto un aumento dei costi di smaltimento a vantaggio di pochi – dice – le discariche sono ormai sull’orlo del collasso. Abbiamo pochi mesi di autonomia, mancano i centri di compostaggio, siamo l’ultima regione italiana nella raccolta differenziata. Siamo arrivati a un punto di non ritorno. Ecco perché abbiamo detto che serve ridurre la quantità dei rifiuti da conferire nelle discariche”. E annuncia una “riforma” a breve.