Terremoto del Belice 50 anni dopo, i ricordi dei sopravvissuti e l’allarme amianto

Cinquanta anni fa, nella notte fra il 14 e il 15 gennaio, un terribile terremoto colpì una vasta area fra le province di Palermo, Trapani e Agrigento in Sicilia. Il terremoto del Belice. Più di 300 morti, migliaia di feriti e centomila sfollati. “Siamo Noi”, il programma di Tv2000, ricorda questa tragedia che devastò un territorio di ventuno comuni. In studio: Filippo Ganci, un sopravvissuto al terremoto; Melo Minnella, fotografo che in quelle zone partendo da Palermo è andato a svolgere il suo lavoro e Raffaele Azzaro, responsabile dell’Unità funzionale di Sismologia dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia. In collegamento il coordinatore del comitato dei sindaci della Valle del Belice Nicola Catania, primo cittadino di Partanna, e il sindaco di Santa Margherita Belice Franco Valenti. Si è parato anche della mancata ricostruzione e dell’urgenza dei fondi per la bonifica dell’amianto. Secondo il coordinatore del comitato dei sindaci della Valle del Belice sarebbe ormai questioni di giorni per sbloccare il finanziamento da 10 milioni di euro per la bonifica dell’amianto.