Minacce a testata online Meridionews, solidarietà dall’Odg Sicilia

L’Ordine dei giornalisti di Sicilia, si legge in una nota, “e’ vicino ai colleghi della testata online Meridionews di Catania, oggetto di violenti attacchi dopo la pubblicazione di un servizio sui cantanti neomelodici etnei”. “Il reportage – prosegue la nota -, che contiene diverse interviste a personaggi del settore e fa riferimento anche al tema della criminalita’ organizzata, ha suscitato la reazione di due cantanti che hanno inviato via social messaggi dal tono intimidatorio. Ai colleghi vittime di tali minacce l’Ordine, che condanna senza appello simili episodi, rinnova la propria solidarieta’ esortandoli a proseguire il loro lavoro con senso di responsabilita’ e serieta’, come sempre”, conclude la nota.

“Solidarieta’ e vicinanza alla redazione di Meridionews e alla giornalista Luisa Santangelo” e’ giunta dall’associazione Catania Bene Comune, che definisce le minacce contro la testata “un atto gravissimo e di assoluta pericolosita’”. “Dopo le intimidazioni alla redazione di Live Sicilia, le minacce di morte giunte al vice direttore de I Siciliani la scorsa estate, l’incendio alla Club House de I Briganti di Librino, il violento attacco di personaggi vicini a esponenti della criminalita’ organizzata contro Meridionews, tra le piu’ autorevoli testate giornalistiche della citta’, dimostra il clima di drammatica recrudescenza del fenomeno mafioso”.

L’associazione conclude lanciando un appello “a tutte le cittadine e tutti i cittadini, alle associazioni catanesi, alle Istituzioni a unirci intorno alla redazione di Meridionews”. Solidarieta’ alla testata on line ed alla giornalista anche dal presidente di Articolo21 Paolo Borrometi, che definisce le minacce “gravi ed inaccettabili”, aggiungendo come esse “fanno comprendere ancora una volta il clima ostile nei confronti di giornalisti che vogliono svolgere solo ed unicamente il proprio dovere”.

“Ci adopereremo, con Federazione Nazionale della Stampa e Ordine, – conclude Borrometi – per illuminare a giorno questa realta’ e chiediamo a tutti di riprendere l’inchiesta che ha causato le minacce. Siamo certi che la collega continuera’, con maggiore forza, a svolgere solo ed unicamente il proprio dovere di giornalista libera”. Sostegno Meridionews viene espresso anche dall’aggregazione imprenditoriale Il Tavolo, che afferma: “La liberta’ di informazione e’ un valore che va difeso. Solidarieta’ alla testata Meridionews per le minacce subite. Se si vuole far crescere Catania occorre da parte di tutti piu’ tolleranza e rispetto della liberta’ di parola e di pensiero”.