Cannabis terapeutica, 17 associazioni a Governo: potenziare produzione

“Migliaia di malati da mesi sono alla disperata ricerca di un farmaco ormai introvabile in Italia”. Per questo, 17 organizzazioni scrivono al Governo per chiedere il potenziamento di studi e trial clinici ma anche di produzione, per far fronte alla permanente mancanza di prodotti. L’appello segue l’aggiudicazione, da parte di un’azienda tedesca, del bando per la fornitura di 100 kg di cannabis terapeutica destinati a coprire il fabbisogno italiano insieme ai 300 kg prodotti dall’Istituto Chimico Farmaceutico di Firenze.

A firmarlo sono A Buon Diritto, Antigone, Associazione Cannabis Terapeutica, Associazione Luca Coscioni, Cannabis Cura Sicilia Social Club, CGIL, CILD, Comitato Pazienti Cannabis Medica, Forum Droghe, FP CGIL, LaPiantiamoCSC, la Societa’ della Ragione, Legalizziamo.it, LegaCoopSociali, LILA, SIRCA. “Siamo letteralmente inondati di richieste di farmaci. Le stime del fabbisogno in Italia sono estremamente a ribasso. I numeri reali potrebbero essere 10 volte superiori”, spiega all’Ansa Marco Perduca dell’Associazione Luca Coscioni, coordinatore della Campagna Legalizziamo.it.

Per questo, vista la carenza, si chiede ai ministri Lorenzin, Fedeli, Pinotti, Orlando e Minniti di “autorizzare l’importazione d’urgenza di farmaci a base di cannabis, in attesa della messa a regime degli interventi di implementazione delle modalita’ di approvvigionamento”. Ma anche di “smettere di perseguire i malati che, per necessita’, sopperiscono alle loro esigenze terapeutiche tramite l’autocoltivazione”; di “promuovere trial clinici, in rispetto degli standard internazionali, sull’impiego della cannabis nella cura di varie condizioni fisiche anche non tradizionalmente trattate con cannabinoidi” e di “promuovere corsi di formazione per tutti gli operatori del settore”.