Mafia, Articolo21: censurare film su Mario Francese è inaccettabile

“Il tentativo di fermare la messa in onda, prevista per questa sera, della fiction che racconta la vita di un grande collega come Francese ad opera dell’editore del Giornale di Sicilia e’ inaccettabile, cosi’ come inaccettabili sono i continui tentativi di censura messi in atto contro chi cerca di raccontare pagine storiche ma vere del nostro Paese”. Lo dichiara in una nota il presidente di Articolo21, Paolo Borrometi, a seguito del tentativo – raccontato oggi sulle pagine di giornali nazionali – dell’editore del Giornale di Sicilia di bloccare a poche ore la messa in onda della fiction su Canale 5 che racconta la storia di Mario Francese, giornalista ucciso dalla mafia. L’editore-direttore del giornale, Antonio Ardizzone, ha scritto alla societa’ di produzione Taodue e a Mediaset sostenendo che il film “contiene frasi, immagini, commenti e affermazioni gravemente lesive dell’onore e della reputazione della nostra societa’ e della testata giornalistica da essa edita”. “Come Articolo21 siamo certi che la fiction su uno straordinario collega come Francese, vittima dei colpi mortali di quella mafia che lui cercava di raccontare con nomi e cognomi, sara’ l’occasione per consentire a milioni di italiani di rendersi conto quanto importante sia il giornalismo libero nel nostro Paese e quale alto prezzo sia stato pagato, soprattutto fra Sicilia e Campania. Siamo certi che Canale 5 non ci privera’ della messa in onda della fiction questa sera”.