Mafia nell’Agrigentino, consigli dei boss ai giovani mafiosi: “Tenete profilo basso”

“Non alzare mai la testa. No! Anche se ve la vogliono fare alzare, tenetela bassa…”. Sono le ‘lezioni’ comportamentali fatte da due vecchi ‘saggi’ ritenuti dagli inquirenti vicini a Cosa nostra, Ciro Tornatore e Giuseppe Luciano Spoto, ai giovani mafiosi. Il retroscena emerge da una intercettazione nell’ambito dell’operazione ‘Montagna’ che all’alba di oggi ha portato all’arresto di 57 persone. In particolare, come riporta l’Adnkronos, Ciro Tornatore “dall’alto della sua esperienza – dicono gli investigatori – indica una via maestra che i giovani affiliati dovrebbero seguire per sopravvivere nel loro ambiente disseminato di insidie”. Rivolgendosi a Massimo Spoto il vecchio ‘saggio’ consiglia “di mantenere un profilo basso e rispettare gli altri“. Ciro Tornatore dice: “Giovane… prima che mi portano il rispetto… rispettate… questa qua non è tutta rose e fiori… te lo dico come un figlio… Però mantenete una linea… Senza mai alzare la testa”. E ancora: “Un titolo non vale niente di fronte alla persona e alla dignità… tu mi puoi dire… appena me ne vado ma questo che razza di persona è… che razza di cretino”. E Massimo Spoto replica: “Ho capito! ho capito”.