Disabili, Ippolito: diritto all’assistenza anche ai gravissimi rimasti fuori dopo il decreto Crocetta

“Stamattina, in Commissione Servizi Sanitari e Sociali all’Assemblea regionale siciliana, all’unanimità è stato approvato un emendamento per la continuità dell’erogazione del sostegno ai disabili gravissimi anche per il 2018. Coerenza ed impegno, in linea con le responsabilità che ci siamo assunti lo scorso 29 dicembre, quando sarebbe stato più comodo fare dietrologia”. Lo ha scritto su Facebook l’assessessore regionale al Lavoro, famiglia e politiche sociali Mariella Ippolito commentando l’approvazione dell’emendamento in commissione Sanità all’Ars, con il parere favorevole del governo, prevede il trasferimento monetario diretto per l’assistenza domiciliare ai disabili, previa sottoscrizione di un patto di cura. “L’emendamento – ha dichiarato Ippolito – consente di dare copertura finanziaria per tutto il 2018. Ma non solo. Avranno diritto all’assistenza anche i nuovi disabili gravissimi che erano rimasti fuori dopo il decreto del presidente Crocetta che cristallizzava il numero degli aventi diritto al luglio del 2017″.

Così come chiesto dalle associazioni dei disabili – che nei mesi scorsi sono state protagoniste di proteste che hanno avuto una ribalta nazionale e il sostegno di Pif, Jovanotti e soprattutto del presidente della Repubblica Sergio Mattarella – “continua a essere previsto il trasferimento monetario diretto alle famiglie, dopo il 2018. E’ stata inoltre prevista, spiega la presidente della commissione Servizi sociali e sanitari all’Ars Margherita La Rocca Ruvolo, una cadenza annuale per l’erogazione del beneficio che viene così di fatto stabilizzato con una misura strutturale e non più emergenziale. E’ un importante passo avanti per la tutela dei diritti dei disabili in Sicilia; il nostro lavoro continuerà in questa direzione”.