Sicilia, Cordaro: interventi contro rischio idrogeologico priorità Arta

Interventi per il contrasto del rischio idrogeologico rappresentano “una priorità di questo Assessorato. I comuni spesso non sono in grado di attingere ai fondi comunitari per mancanza di uffici tecnici adeguati. Bisogna ricontrattare con il Governo Nazionale, attraverso l’Agenzia di Coesione, le priorità, atteso che a fronte di 600 milioni di euro richiesti ne risultano stanziati solamente 200”. Lo ha detto l’assessore regionale del Territorio ed Ambiente Toto Cordaro illustrando oggi in conferenza stampa le linee programmatiche del governo in materia ambientale.

A proposito di Demanio marittimo “abbiamo trovato – ha detto Cordaro – oltre 2000 pratiche in giacenza. E’ inevitabile rivedere le modalità dei procedimenti amministrativi nella considerazione che l’utilizzo corretto del territorio è strategico per la salvaguardia dell’ambiente ma è anche volano di sviluppo economico. Dal 1/1/2021 la Direttiva 2006/123/CE (cd. Bolkestein) opererà una rivoluzione nella concessione delle aree demaniali sottoponendo l’affidamento a procedure di gara. Questo assessorato sta già lavorando a un ddl che crei le condizioni per dare la migliore attuazione possibile alla Direttiva”.

Nella foto la spiaggia di Eraclea Minoa, in provincia di Agrigento, devastata dall’erosione costiera.