Sorpresi con due etti di hashish: arrestati 3 giovani di Burgio, Ribera e Calamonaci

A Santa Margherita di Belìce, erano passate l’una di notte, quando all’improvviso una pattuglia della locale Stazione dei Carabinieri impegnata in un servizio di prevenzione viene superata da un’auto che viaggia a folle velocità. Scatta immediatamente un lungo inseguimento, lungo la strada statale SS 624. I militari dell’Arma attivano i lampeggianti blu e le sirene. Ad un certo punto, poco prima di essere raggiunta, dall’auto dei fuggitivi viene gettato qualcosa, secondo la ricostruzione degli investigatori.
I Carabinieri riescono poco dopo a fermare la vettura. All’interno ci sono tre giovani, due 19enni ed un 18enne, residenti a Burgio, Ribera e Calamonaci. Alcune decine di metri prima, i militari dell’Arma trovano sul ciglio della strada un panetto e mezzo di hashish, del peso di due etti circa. I giovani, due dei quali ancora studenti, pensavano di essere riusciti a sbarazzarsene. A quel punto, sono scattate le manette per i tre giovanissimi, i quali, su disposizione della Procura della Repubblica di Sciacca, sono stati ristretti agli arresti domiciliari. La droga sequestrata, tagliata e suddivisa in dosi, avrebbe potuto fruttare la somma di oltre mille euro.