Mafia, boss intercettato: “Pentiti spuntano come funghi”

Francesco Nania, boss di Partinico e Benedetto Bacchi, imprenditore del settore delle scommesse online, arrestati ieri dalla polizia, avevano una grande preoccupazione: il numero sempre piu’ elevato di soggetti appartenenti all’organizzazione mafiosa che man mano decidevano di collaborare con la giustizia. Il 27 aprile de 2015 commentavano la notizia della collaborazione di Francesco Chiarello, affiliato a Cosa nostra fino al suo arresto avvenuto nel luglio 2011. “Un altro ce n’e’. Ora e’ spuntato”, dice Nania a Bacchi. “L’ho letto. L’ho visto”, risponde Bacchi. “Qua spuntano come i funghi ogni mattina”, replica Nania. Il particolare emerge dall’inchiesta Game Over che ha scoperto l’accordo stretto tra Bacchi, Nania e i vertici delle famiglie mafiose di Palermo per la spartizione dei ricavi delle scommesse online di cui Bacchi, proprio grazie a Cosa nostra, era diventato monopolista in Sicilia.