Sanità in Sicilia, Razza: strada lunga e complessa per restituire dignità ai pronto soccorso

“Quello di oggi è certamente un passo che viene percorso in una direzione giusta, ma è soltanto uno. La strada per restituire dignità ai pronto soccorso siciliani, purtroppo divenuti spesso luoghi della cronaca, è lunga e complessa. Anche per questo, dopo essermi confrontato con il presidente Musumeci, il primo decreto che ho firmato è stato proprio a sostegno di queste strutture che necessitano tuttavia di un’azione più articolata, a cui si sta lavorando”. Lo ha dichiarato l’assessore alla Salute della Regione siciliana, Ruggero Razza, in occasione dell’inaugurazione del pronto soccorso per i codici verdi dell’ospedale Garibaldi Centro di Catania. “Le criticità nei pronto soccorso esistono – ha aggiunto -, ma a onor del vero un po’ tutti, da subito, facciamo riferimento a questi siti anche per sintomi non gravi, ignorando gli altri protocolli, come il ricorso al medico di famiglia. Questa non è, però, la giustificazione a una condizione che deve essere assolutamente migliorata”. L’assessore ha visitato anche l’unità speciale di biocontenimento di quarto livello, un’ area asettica riservata ai pazienti con sospette malattie altamente infettive, la nuova Utic riservata ai pazienti in fase di scompenso cardiaco acuto e l’area destinata alla riabilitazione cardiologica, unica struttura degenziale per il post acuto della Sicilia orientale.