Evasione fiscale da oltre 3,5milioni e 232 lavoratori in nero scoperti a Caltanissetta

Il Nucleo di polizia economico-finanziaria della guardia di finanza di Caltanissetta, al termine di quattro verifiche fiscali eseguite nei confronti di due associazioni sportive create per la gestione della piscina comunale nissena, ha scoperto una maxi evasione fiscale da 3,5 milioni di euro ed individuato 232 lavoratori irregolari o in nero.
Tramite gli accertamenti bancari sui conti correnti delle associazioni sportive che godono di tassazione e obblighi fiscali agevolati, è stato inoltre possibile accertare come queste siano state create al solo fine di nascondere al fisco i redditi conseguiti. Erano 206 i lavoratori irregolari e 26 quelli in nero assunti dal 2011 al 2016 dalle società e associazioni riconducibili alla gestione della piscina comunale. in particolare, i dipendenti anche se inquadrati con il sistema del contratto di collaborazione continuativo, erano di fatto impiegati come normali lavoratori dipendenti, con un conseguente risparmio illecito. Denunciate quattro persone per dichiarazione infedele, omessa dichiarazione e occultamento e distruzione di documentazione contabile e ricostruito un giro d’affari milionario, attraverso il quale sono stati sottratti al fisco circa 3,5 milioni di euro tra imposte dirette, Iva e Irap.