Mafia, si pente anche il figlio di Peppe Quaranta? Almeno per il momento non sta collaborando

Ieri mattina, fra le altre udienze davanti al tribunale del riesame relative all’operazione Montagna, si è celebrata quella del favarese Calogero Quaranta, 25 anni, figlio del neo collaboratore di giustizia Giuseppe Quaranta. C’era tanta curiosità per conoscere le decisioni del figlio del primo pentito di mafia favarese. Il giovane è accusato di avere gestito il traffico di droga per conto della famiglia mafiosa. Almeno per il momento – come racconta il Giornale di Sicilia oggi in edicola – il giovane, su cui lo stesso padre indirizza delle responsabilità confermando le ipotesi degli inquirenti, sta facendo la sua strada e non sta collaborando.