Elezioni, Pisano: “Fratelli d’Italia e Diventerà Bellissima avranno risultato a due cifre in Sicilia”

Calogero Pisano, candidato alla Camera dei Deputati nel collegio uninominale e plurinominale di Agrigento con Fratelli d’Italia, esprime entusiasmo dopo la convention organizzata dal movimento politico Diventerà Bellissima che ha come leader in Sicilia il Presidente della Regione Nello Musumeci. “Ringrazio gli amici di Diventerà Bellissima – dice – per il sostegno pieno alla mia candidatura alla Camera, è una maggiore spinta alla vittoria. Un incontro fortemente voluto dagli amici di Diventerà Bellissima della provincia di Agrigento che si è caratterizzato per la passione dei contenuti politici e degli interventi degli ospiti. Avere a fianco un uomo di spessore e di esperienza come Raffaele Stancanelli, anche lui candidato al Senato a Catania, e l’On. Michele Ricotta candidato con me nel collegio plurinominale alla Camera di Mazara, Agrigento, Gela con Fratelli d’Italia, è la migliore sintesi di una destra moderna, identitaria e ricca di contenuti e valori. Aver ritrovato tanti amministratori presenti, dal consigliere comunale Cognata di Sciacca ai consiglieri di Agrigento Monella e Alfano e tanti altri consiglieri della provincia, dimostra l’interesse e la voglia di far tornare la politica protagonista del territorio.

Fratelli d’Italia e Diventerà Bellissima – aggiunge – non possono che rappresentare una connessione politica per i siciliani con un governo di centrodestra a Roma e il governo Musumeci a Palermo, e superare i cinque anni bui con Crocetta in Sicilia e con Renzi prima e Gentiloni poi a Roma. Oggi è possibile un cambiamento con il centrodestra italiano. Infatti il territorio e gli amministratori vogliono interfacciarsi sulle problematiche contingenti, con una classe parlamentare e di governo che opera sinergicamente e faccia da cinghia di trasmissione tra il governo centrale e gli enti locali.  Certamente Fratelli d’Italia è un partito nazionale vero, che ha un’azione e un progetto politico definito e fortemente identificativo con le istanze dei cittadini; saprà senz’altro rilanciare la Sicilia e il collegio agrigentino in materia di economia, di sicurezza sociale e di servizi indispensabili come la sanità e le infrastrutture”.