Migranti, tentato omicidio all’hotspot di Lampedusa: fermati due tunisini

Due tunisini sono stati fermati dalla polizia di Stato per tentato omicidio commesso all’hotspot di Lampedusa lo scorso 9 febbraio. Gli uomini della Squadra mobile di Agrigento hanno dato esecuzione al provvedimento di fermo di indiziato di delitto nei confronti di Naim China, 26 anni, e Houssam Eddine Lahlawi, 33 anni, per l’accoltellamento di un connazionale 25enne. Le indagini hanno accertato che i due aggressori, per futili motivi, dopo avere immobilizzato alle spalle il connazionale, lo hanno colpito all’emitorace destro e al dorsale sinistro. Il ferito è stato condotto al poliambulatorio dell’isola e, successivamente, in elisoccorso, al Civico di Palermo. I due fermati sono stati reclusi nel carcere agrigentino di contrada Petrusa.