Sicilia, bocciato ddl sul terzo mandato dei sindaci all’Ars

“Bocciato in I Commissione all’Ars il recepimento della norma nazionale che consentirebbe ai Sindaci dei Comuni sotto i 3 mila abitanti, di svolgere il III mandato. Ritengo scandaloso che per colpa di deputati eletti tra le fila del centrodestra oggi si è bocciato un disegno di legge che aiuta i piccoli comuni ad avere un proprio rappresentante”. Così, in una nota il Capogruppo di Forza Italia all’Ars, Giuseppe Milazzo, che aggiunge: “È sotto gli occhi di tutti che, a causa delle condizioni di grande difficoltà in cui vessano i Comuni, oggi sia difficile trovare amministratori esperti e disponibili a candidarsi. È scandaloso – incalza il Capogruppo forzista – che esponenti del Pd, i quali vantano mandati che vanno ben oltre le 3 legislature, di fatto vietano ai Sindaci di candidarsi per la terza volta”. Conclude il capogruppo di Forza Italia all’Ars: “Viviamo in un periodo di grande ipocrisia, in cui si predica quotidianamente, sia da membri del Pd che del M5S, l’urgenza di allinearsi al resto del Paese, per pura convenienza. Quella bocciata oggi è una norma nazionale e faremo di tutto per riproporla”.

“Non mi ha mai convinto una norma che preveda il terzo mandato per i sindaci dei comuni sotto i tremila abitanti. Oggi in I commissione Ars il mio voto contrario e’ stato determinante per bocciare tale disegno di legge (sei contro cinque)”. Lo afferma Vincenzo Figuccia, deputato regionale dell’Udc. “Credo che la materia vada regolamentata meglio e non con norme ad hoc in vista delle elezioni amministrative di primavera magari – aggiunge – per garantire qualche piccolo feudo elettorale. Anche negli enti locali c’e’ bisogno di rinnovamento nelle Istituzioni. L’epoca dei sindaci per tutte le stagioni deve finire”.