“Questo non è amore”, campagna della polizia contro la violenza sulle donne ad Agrigento

“Se ti ricatta… non è amore. Se minaccia te o i tuoi figli… non è amore. Se ti isola, umilia, offende… non è amore. Se ti perseguita con mail e sms ossessivi… non è amore. Se ti prende con violenza quando non vuoi… non è amore. Se ti chiede l’ultimo appuntamento… non è amore. Se ti uccide… non è amore”.
Anche quest’anno, nel giorno di San Valentino, in cui tutto il mondo celebra l’amore, la Polizia di Stato ha scelto di stare vicina alle donne con la campagna “…questo non è amore”. In tutte le province italiane camper, pullman, gazebo e altri momenti d’incontro volti a rompere l’isolamento e il dolore delle vittime di violenza di genere, offrendo il supporto di un’equipe di operatori specializzati, in prevalenza composta di donne e formata da personale di Polizia specializzato, da medici, psicologi e da rappresentanti dei centri antiviolenza.
Ad Agrigento, nel centro commerciale “Città dei Templi”, alla presenza del questore Maurizio Auriemma e dei funzionari e poliziotti della Questura, ieri, la Polizia di Stato ha voluto diffondere un messaggio chiaro: “No alla violenza!”. “Siamo presenti nel territorio per fornire l’aiuto alle donne – ha detto il questore -. Dobbiamo aiutare le persone a non sentirsi da sole, bisogna diffondere il messaggio e fare sapere che esistono delle strutture adatte”. All’iniziativa era presente anche il personale del Centro Antiviolenza guidato dal presidente Antonella Gallo Carrabba. “Dimostriamo sempre la nostra presenza – ha detto Antonella Gallo Carrabba – noi diamo sempre un messaggio a chi vive situazioni difficili. Oggi l’attività di sensibilizzazione è rivolta a tutti”.