“I disegni del terremoto del Belice” di Totò Bonanno in mostra a Palermo

“I disegni del terremoto del Belice” di Totò Bonanno. La mostra, a cura di Marisa Garofalo e Massimo La Sorte, sarà inaugurata oggi, sabato 17 febbraio alle ore 19, in via Mazzini, 42, a Palermo, nei locali dell’associazione culturale “Il Corridoio” che promuove l’iniziativa in occasione del 50° anniversario del sisma che devastò i comuni della Valle del Belìce. L’esposizione sarà aperta al pubblico da oggi al 24 febbraio 2018 dalle ore 18.00 alle ore 20.00.
Totò Bonanno nasce a Lercara Friddi (Palermo) il 21 settembre 1928. Nel 1949 – si legge nella biografia pubblicata su www.pittorisiciliani.it – frequenta il corso di Decorazione all’Accademia di belle Arti di Palermo. Conosce Pippo Rizzo e Gino Morici. Due Maestri completamente diversi tra loro sotto il profilo artistico e culturale, e da essi oltre ad apprendere le tecniche della pittura, riceve lezioni di vita. Con il maestro Morici, Totò Bonanno lavora alla realizzazione di affreschi presso Enti pubblici e fa esperienza con il cinema, poiché Gino Morici cura le scenografie ed i costumi per il film “I Vespri Siciliani” girato a Palermo. Nel 1955, diviene assistente di Morici al coeso di Decorazione presso l’Accademia di Belle Arti di Palermo. Nel 1956, viene trasferito come assistente di Pippo Rizzo, al corso di pittura.vIn questo periodo lavora come aiuto scenografo insieme a Pippo Spinoccia alla realizzazione delle scene per le opere”Cavalleria Rusticana” “La Pantea”, ed “I Vespri Siciliani”, su bozzetti di Gino Morici per il Teatro Massimo di Palermo. Nello stesso periodo Bonanno è scenografo per la “Compagnia del Piccolo Teatro di Palermo” diretta da Vincenzo Tieri.