Cani avvelenati a Sciacca, manifestazione di associazioni animaliste domenica 25 febbraio

Dopo la strage di cani, a Sciacca, un sit-in e’ stato organizzato per domenica prossima, 25 febbraio, dalla Caa Sicilia – Confederazione Associazioni Animaliste “per dire basta alla latitanza delle istituzioni che permettono, con le loro inadempienze nei confronti della legge, che nella nostra regione si compia quotidianamente questo scempio”. Un presidio si terra’, dalle 15 alle 17, in piazza Scandaliato, nello spazio antistante il Municipio. “Purtroppo la situazione di criticita’ che non riguarda solo Sciacca ma l’intero territorio siciliano, ha varcato ogni limite di sopportazione e decenza – sottolinea il presidente Salvatore Libero Barone -. Il nuovo governo regionale, sul quale riponiamo la nostra massima fiducia, prenda in debita considerazione le istanze di cittadini e associazioni animaliste, che ormai stanche e avvilite da episodi incresciosi pepetrati continuamente e costantemente impuniti e stanchi dall’assenza delle istituzioni, auspicano un cambiamento radicale nel segno della collaborazione, che possa ridare dignita’ ai nostri amici a quattro zampe che meritano rispetto e ben altra sorte”. Hanno aderito finora alla manifestazione, si legge in una nota, Caa Sicilia, Animalisti Italiani onlus, Anta onlus, Enpa, Iapl Italia onlus, Lav, Lndc Animal protection, Leidaa, Lida, Meta, Oipa, Ugda, Aristogatte, Felici nella coda, I Canuzzi onlus, L’Altra zampa, Nel mondo di Peggy, Randagioioso, Save the World, Tutti per Fido, Upa.