Dirigente di Forza Nuova legato e pestato in strada a Palermo

Aggredito a Palermo un militante di Forza Nuova. E’ accaduto in via Dante, nei pressi di piazza Lolli. La vittima e’ il responsabile provinciale di Fn, Massimo Ursino. Gli aggressori, con il volto coperto da sciarpe e passamontagna, lo avrebbero circondato, legato mani e piedi e pestato a sangue. L’uomo e’ stato soccorso e trasportato al pronto soccorso dell’ospedale Civico.
“Dopo una campagna d’odio seminata dal Gruppo Espresso e seguita da tutta la sinistra inclusa Liberi e Uguali, si scatena l’odio comunista contro Forza Nuova: a Palermo un dirigente Forzanovista e’ stato colpito sul posto di lavoro, per poi essere legato e vigliaccamente massacrato di botte in dieci contro uno”. Lo afferma Roberta Fiore, leader di Forza Nuova, un cui militante e’ stato aggredito e malmenato a Palermo. “Invito tutti i militanti di Forza Nuova e tutti gli alleati di Italia agli italiani alla mobilitazione piena per evitare che la violenza comunista unita ai poteri forti soffochi la nostra voce”. “Siamo tutti con Massimo Ursino, e questo sabato saro’ a Palermo”.