Vino, al via programma nazionale sostegno con 25 milioni in più

Via libera dalla Conferenza Stato Regioni al Programma nazionale di sostegno (Pns) che fissa le misure per stimolare la competitività delle imprese del settore vitivinicolo per i prossimi 5 anni. Saranno infatti 25 milioni in piu’ la cifra destinata per investimenti e la ristrutturazione dei vigneti. Lo fa sapere l’Alleanza della Cooperative Agroalimentari, nel precisare che la novità più importante contenuta nel documento e’ lo spostamento della misura relativa alle assicurazioni uva da Vino dall’ambito Ocm, Organizzazione comune dei mercati, a quello dello Sviluppo Rurale. ”La modifica – spiega la Coordinatrice del Settore Vino dell’Alleanza delle Cooperative Agroalimentari Ruenza Santandrea – nasce dalle novità del regolamento Omnibus sulla gestione del rischio, segno del lavoro condotto dal Ministero e dai deputati italiani, tra cui il corelatore Paolo De Castro”. In pratica la la soglia d’attivazione dell’aiuto per i viticoltroi viene fissata ad una perdita del reddito del 20%, anziche’ del 30% prevista per l’ambito Ocm. La ricaduta positiva di questa decisione e’ che possono essere ‘liberati’ nel Pns 20 milioni di euro che ogni anno erano assorbiti dalla misura delle assicurazioni uva da Vino e che adesso il Ministero destinerà per finanziare la misura su investimenti e ristrutturazione vigneti. Ai 20 milioni, che saranno ripartiti equamente tra investimenti e ristrutturazione con 10 milioni ciascuno, vanno poi aggiunti altri 5 milioni assegnati alla misura investimenti, provenienti da quella della vendemmia verde, che passa dai 10 milioni di dotazione iniziale ai 5 milioni di dotazione annua per il prossimo quinquennio.