Sicilia, formazione professionale: Usb in stato di agitazione

”La designazione dell’assessore alla Formazione, Roberto Lagalla, sulla cui professionalità e competenza non si discute, era stata salutata come una garanzia sul rispetto degli impegni assunti (Agenzia Unica, salvaguardia del personale nel rispetto della normativa regionale, ripartenza delle attività); purtroppo tutto questo non è avvenuto e per quanto possiamo interpretare da quanto riportato dagli organi di stampa, gli eventuali buoni propositi cozzano con la realtà dei fatti”. Lo scrive in una nota, inviata al governatore della Sicilia, Nello Musumeci, all’assessore regionale alla Formazione, Roberto La Galla e ai gruppi Parlamentari della XVII Legislatura, Movimento 5 Stelle, Partito Democratico, Diventerà Bellissima, Sicilia Futura, Popolari ed Autonomisti, UDC – Unione dei Democratici e al gruppo misto, il sindacato dei lavoratori della formazione professionale, USB Lavoro Privato Sicilia, che annuncia “lo stato di agitazione con azioni di protesta e lotta contro l’immobilismo che ha paralizzato e annientato l’intera platea degli operatori della Formazione e contro la reiterata e continua omissione e disconoscimento delle leggi che governano il sistema formativo siciliano”.