Panifici chiusi la domenica a Favara, Confcommercio: ora controlli contro gli abusivi

Dopo una serie di riunioni promosse da Confcommercio, a Favara si è deciso di non panificare la domenica. Gli incontri si sono tenuti alla presenza di Gero Niesi, presidente delegazione Favara, Antonio Sorce rappresentanza della delegazione di Confcommercio Favara, del presidente provinciale di Confcommercio Francesco Picarella, del suo vice Alfonso Valenza e del direttore provinciale di Confcommercio Enzo Cipolla. Tutti i panificatori, comprese le rosticcerie abilitate a panificare, hanno deciso di comune accordo la chiusura domenicale. Confcommercio, sezione di Favara, sollecita adesso maggiori controlli da parte degli organi competenti sulla vendita abusiva di pane effettuata da ambulanti “porta a porta”. Soddisfazione ha espresso Gero Niesi. “Siamo contenti dei risultati raggiunti a Favara – dice Niesi – il decreto, va ricordato, punta a qualificare l’intera categoria dei panificatori e a stabilirne i requisiti professionali, si tratta quindi di un passo in avanti, perché l’attività fino ad adesso, poteva essere svolta da chiunque anche senza alcuna qualifica. E’ necessario regolamentarla per tutelare i consumatori, venendo però incontro alle esigenze degli operatori del settore che vanno tutelati anche attraverso controlli efficaci”.