Scuola: pochi docenti per alunno disabile, risarcito studente a Sciacca

Il giudice monocratico del tribunale di Sciacca Valentina Stabile (nella foto), accogliendo il ricorso proposto dagli avvocati Giuseppe Livio e Giuseppe Impiduglia, ha stabilito che l’attribuzione a uno studente disabile di un numero di ore di sostegno scolastico inferiore rispetto a quello ritenuto necessario dal competente organo collegiale costituisce “un atto lesivo del diritto allo studio e all’integrazione scolastica da riconoscersi in capo allo studente, che integra una condotta discriminatoria“. Il giudice Stabile ha ordinato all’amministrazione scolastica l’immediata cessazione della condotta discriminatoria con conseguente assegnazione a un alunno disabile di un numero adeguato di ore. Come riporta il Giornale di Sicilia oggi in edicola, il tribunale di Sciacca, ha condannato inoltre l’amministrazione scolastica al risarcimento del danno subito dallo studente disabile quantificato in mille euro per ogni mese di mancanza dell’insegnante di sostegno per un numero adeguato di ore.