Mafia a Cattolica Eraclea, nuovo bando per affidare terreno confiscato a Domenico Terrasi

Le prime due gare – una del novembre 2016 e l’altra di aprile 2017 – sono andate deserte. Il Consorzio agrigentino per la legalità e lo sviluppo ha deciso di riprovarci e ha pubblicato un nuovo avviso pubblico per concedere in comodato d’uso gratuito l’appezzamento di terreno con annesso fabbricato rurale diroccato di contrada Borancio, in territorio di Agrigento. Si tratta di beni appartenuti e confiscati a Domenico Terrasi che è stato ritenuto, da investigatori e inquirenti, esponente di spicco dell’associazione mafiosa di Cattolica Eraclea. Le istanze, da parte degli interessati, dovranno essere presentate entro le 13,30 del 31 marzo. Si cercano, pertanto – come riporta il Giornale di Sicilia oggi in edicola – enti, organizzazioni di volontariato, cooperative sociali o comunità terapeutiche e centri di recupero e cura di tossicodipendenti. I beni verranno concessi, infatti, esclusivamente per finalità sociali. Alcuni dei beni confiscati a Terrasi sono già stati assegnati, un appartamento in via Enna è andato alle suore l’altro all’arcipretura. Altri beni, destinati al comune di Cattolica Eraclea, sono invece ancora da assegnare per fini sociali o istituzionali. Sono 12 i beni confiscati alla mafia cattolicese ancora da assegnare.