Sicilia, Cancelleri: insignificanti i primi 100 giorni di Musumeci al governo

“Oggi abbiamo assistito alla più grande farsa degli ultimi anni. Un presidente della Regione che convoca una conferenza stampa sui primi 100 giorni del suo governo per poi aprirla dicendo che 100 giorni sono pochi e non si poteva nulla. Solo chi pensa di prendere in giro i siciliani può fare una cosa del genere”. A dirlo all’Adnkronos è Giancarlo Cancelleri, capo dell’opposizione all’Assemblea regionale siciliana e big del M5s in Sicilia, commentando le parole del governatore per il quale “in una situazione collassata come quella che abbiamo trovato alla Regione, 100 giorni sono davvero insignificanti“. Per il candidato alla Presidenza della Regione siciliana in quota Cinque Stelle alle scorse regionali in Sicilia, nel discorso di Musumeci c’è anche “una parte surreale” ossia “la lista di promesse, perché solo di quello si è parlato. Promesse che vengono sbandierate come cose già fatte, ma d’altronde che ci si poteva aspettare dal presidente del ‘governo del nulla’? Una conferenza stampa sul nulla e su annunci di cose avviate dal governo precedente, come il fondo di rotazione per i Comuni o altri stanziamenti per futuri progetti da realizzare, cosa che Musumeci, ovviamente e spudoratamente, si è ben guardato dal sottolineare. Peccato che dentro la pentola dei siciliani non si mettano le promesse. Di azioni concrete e già realizzate – puntualizza Cancelleri – c’è solo una cosa: le nomine dei posti di sottogoverno. In questo il governo Musumeci non è secondo a nessuno, un ‘nominificio’ senza precedenti”.