Mafia, assegnato a coop bene confiscato a prestanome di Matteo Messina Denaro

Una cooperativa gestirà il nuovo punto vendita Eurospar che aprirà ufficialmente mercoledì a Erice, in provincia di Trapani in un bene confiscato alla mafia. La Cdr Group, coop di ex dipendenti della 6 Gdo srl – gruppo della grande distribuzione in provincia di Trapani che apparteneva a un imprenditore ritenuto prestanome di Matteo Messina Denaro – ha stipulato con il Comune di Erice un contratto di concessione di uso dell’immobile e ora gestirà il nuovo punto vendita. Il bene confiscato alla mafia, di proprietà dall’Agenzia nazionale per i beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata, è stato assegnato al Comune di Erice al fine di essere concesso a cooperative di ex lavoratori dipendenti della 6 Gdo srl, come riporta l’Agi. “Si realizza così – spiega la società – un progetto di impresa sociale, ma anche una forma di riscatto per tutti gli ex lavoratori che con caparbietà, non arrendendosi alle difficoltà personali e burocratiche, dopo aver creato la società cooperativa Cdr Group, hanno ottenuto la possibilità di gestire il bene e di trasformarlo in un punto vendita Eurospar”. Lo slogan della campagna pubblicitaria che accompagna l’apertura del punto vendita Eurospar e’ ‘Siamo sulla buona strada!, “quasi a segnare un percorso di consapevole riappropriazione di beni della collettività, da riportare a valore della comunità”. All’inaugurazione, domani alle 19,30, presenti il sindaco e gli assessori del Comune di Erice, il presidente di Legacoop Sicilia Occidentale, coadiutori giudiziari dell’Anbcs, il responsabile provinciale di Libera Associazione nomi e numeri contro le Mafie, il responsabile marketing, il responsabile franchising e il direttore commerciale della consortile Ergon.