Migranti, incendio all’hotspot di Lampedusa: arrestati 4 tunisini

Quattro tunisini arrestati per l’incendio che ha seriamente danneggiato lo scorso 8 marzo l’hotspot di Lampedusa. Le conseguenze del rogo, appiccato in piu’ punti, hanno indotto il Viminale alcuni giorni fa a disporre la chiusura temporanea per consentire i lavori di adeguamento della struttura, oggetto nel tempo di ripetuti danneggiamenti e incendi. A individuare i responsabili sono stati gli uomini della Squadra mobile della polizia di Stato di Agrigento. I quattro migranti sono stati allontanati dall’isola e trasferiti nel carcere della citta’ del templi.