Montevago, 5 fototrappole per incastrare chi abbandona i rifiuti tra i ruderi del terremoto

Tempi duri per chi è abituato ad abbandonare i rifiuti nel vecchio centro o alle periferia di Montevago. Dopo aver individuato e sanzionato alcuni responsabili di abbandono di rifiuti, l’amministrazione comunale guidata dal sindaco Margherita La Rocca Ruvolo ha deliberato l’acquisto di cinque fototrappole. Le piccole telecamere mimetiche, nascoste tra alberi e cespugli, smaschereranno chi si sbarazza dei rifiuti indisciplinatamente disperdendoli nell’ambiente.

Intanto, “continuano in modo serrato i controlli da parte del comune, con il supporto dei vigili urbani e degli operatori ecologici, per individuare quei cittadini che continuano ad usare il vecchio centro come discarica a cielo aperto. Sono stati rinvenuti elementi che riconducono ai responsabili di tali comportamenti. Gli autori verranno sanzionati a norma di legge”. E’ quanto si legge sulla pagina istituzionale del comune di Montevago su Facebook, dove sono state condivise alcune foto di ammassi di rifiuti abbandonati al vecchio centro. “Si ribadisce che tali comportamenti – viene sottolineato – non possono essere avallati e che si continuerà nel lavoro di controllo senza alcuna intransigenza. Un ringraziamento speciale ai vigili urbani e agli operatori ecologici per l’impegno, la professionalità, la collaborazione. Il lavoro da essi svolto, viste le condizioni, presuppone un forte senso del dovere e uno spirito di abnegazione senza uguali”.