Esplosione e morti a Catania, Gentiloni e Minniti telefonano a Bianco

“Un’autentica tragedia”. Così il sindaco di Catania, Enzo Bianco, ha definito l’esplosione causata da una fuga di gas che, nel centro storico di Catania, ha provocato la morte di tre persone e il ferimento di altre due. Al primo cittadino sono arrivate le telefonate di cordoglio e solidarieta’ del premier Paolo Gentiloni e del ministro dell’Interno, Marco Minniti. “Esprimo – ha detto Bianco, tra i primi ad arrivare sul posto – il cordoglio della citta’ per le vittime, i due vigili del fuoco e l’uomo che aveva chiesto loro di intervenire, e sono vicino alle loro famiglie e a quelle dei due altri vigili feriti, che spero possano migliorare presto”. La Procura di Catania ha aperto un fascicolo sull’esplosione avvenuta in una casa a Catania in cui sono morti un abitante del palazzo e due vigili del fuoco. Al momento non ci sono reati ipotizzati, perche’, spiega il procuratore Carmelo Zuccaro, “non escludiamo alcuna ipotesi se prima non avremo un quadro completo dell’accaduto”.