Acqua, al via stati generali a Palermo: esperti a confronto per affrontare criticità

Il Forum siciliano dei movimenti per l’acqua e i beni comuni in collaborazione con la Consulta per la pace del Comune di Palermo, nell’ambito delle iniziative inserite nel programma di Palermo Capitale della cultura, organizza per domani, alle 15 in via Magliocco, nel capoluogo siciliano, gli Stati generali dell’acqua in Sicilia. Obiettivo è mettere a confronto gli attori istituzionali che assumono la responsabilità della gestione, della pianificazione e del controllo sulla gestione delle risorse idriche a livello territoriale e regionale con i comitati civici, le associazioni ed i cittadini che si battono per la difesa del diritto all’acqua, per la tutela della preziosa risorsa e del territorio siciliano. “L’iniziativa vuole essere un’occasione – spiegano gli organizzatori – per affrontare in maniera partecipativa le criticità, che in questo settore riflettono un sistema complessivo ancora ben lontano dall’essere efficace, efficiente ed economico e per prefigurare possibili soluzioni che vedano nella partecipazione dei cittadini, che in ultima analisi sono i finanziatori e i fruitori di un servizio troppo spesso inadeguato, un’ulteriore spinta verso politiche rispettose dell’ambiente e della democrazia”. Previsti gli interventi, tra gli altri, del vice sindaco Sergio Marino; di Maria Prestigiacomo, presidente di Amap; di Salvo Cocina, dirigente generale del dipartimento Acqua e rifiuti, e di Giorgio Zampetti, direttore generale Legambiente.