Licata, Pullara: “Iniziato sgombero strade dai rifiuti, entro 3 giorni città pulita”

“Ieri ed oggi, diversi mezzi, in aggiunta a quelli già in uso, hanno iniziato a sgomberare le strade dai rifiuti. Lavorando a pieno regime, da fonti sicure, entro due tre giorni avremo Licata nuovamente pulita. Risale a qualche giorno fa l’incontro tra me, il Commissario in carica del Comune di Licata e i referenti regionali per discutere della strategia più efficace da adottare affinché si arginasse l’emergenza igienico sanitaria. Abbiamo così deciso di richiedere al Presidente Musumeci e al dott. Cocina (Direttore del dipartimento di pertinenza) di conferire anche presso la discarica di Catania. Entro qualche giorno riusciremo dunque a liberare la città dai rifiuti tamponando l’emergenza. Ma ovvio che questa non può essere la cura del problema”. Lo scrive in una nota il deputato regionale dei Popolari e Autonomisti Carmelo Pullara, che aggiunge: “Mentre le cause ci sono ormai chiare: se avessimo esternalizzato il servizio quando il Consiglio comunale lo richiese (inascoltato) e se fosse partita la differenziata, declamata per anni ma mai effettivamente concretizzata, non saremmo arrivati a questa vergognosa situazione. A giorni, finalmente e come già da me più volte annunciato, partirà la differenziata negli esercizi commerciali, poi toccherà ai privati. È un progetto pilota, ma affinché si parta correttamente occorre che la SRR indichi con puntualità i costi complessivi dei rifiuti, redigendo il PEF (piano economico finanziario). L’obiettivo è ridurre la quantità volumetrica dei rifiuti prodotti che costituisce la causa primaria dell’accumulo sulle nostre strade: le discariche non possono più contenere le quantità che hanno accolto in questi anni. Ciò a causa dell’obbligo della Sicilia di adeguarsi alla normativa nazionale che impone un contenimento dei volumi da conferire. E la gente è stanca ed è comprensibile che manifesti, la situazione è esasperante e lo comprendo perché da cittadino vivo anche io il grave disagio. I cittadini chiedono la soluzione definitiva. Sta facendo bene dunque l’amministrazione comunale perché dobbiamo celermente andare verso la raccolta differenziata in ogni quartiere ed in ogni famiglia, altrimenti ci troveremo completamente impreparati ad accogliere eventuali turisti questa estate. Non possiamo consentire che accada questo, specialmente oggi che con l’apertura del ponte Petrulla Licata potrà essere nuovamente raggiungibile dai paesi limitrofi. La nuova amministrazione dovrà continuare a lavorare in questa direzione e mio, personale, sarà l’impegno di pungolare il Governo regionale qualora sia necessario. Bisogna avere coraggio nell’agire nell’immediato con estrema risolutezza, utilizzando tutti gli strumenti che la legge fornisce per affrontare l’emergenza. Occorre però investire seriamente nel futuro, organizzando il servizio adeguatamente, con grande maturità civile ed una regia locale. Stiamo attraversando un periodo difficile in cui si sta cercando di costruire sulle macerie lasciate dal precedente governo regionale, e non solo, che non aveva neanche presentato il piano rifiuti. Lavoreremo duro e sono sicuro che insieme possiamo farcela”.