Papa Francesco: “Gesù perdona sempre, siamo noi che ci stanchiamo di chiedere perdono”

“Tutti noi siamo stati perdonati nel battesimo e tutti noi saremo perdonati ogni volta che ci accostiamo al sacramento della penitenza. Gesù perdona sempre, non si stanca di perdonare, siamo noi a stancarci di chiedere perdono”. Lo sottolinea Papa Francesco a braccio, nel corso della catechesi sulla messa, all’udienza generale in piazza S. Pietro, incentrando la sua meditazione sulla comunione. “La celebrazione della messa è ordinata alla comunione sacramentale. Celebriamo l’eucaristia per nutrirci di Cristo, che ci dona sé stesso sia nella Parola sia nel sacramento dell’altare, per conformarci a Lui”, ricorda Bergoglio. Il Pontefice ricorda che “nella messa, dopo aver spezzato il pane consacrato, il sacerdote lo mostra ai fedeli, invitandoli a partecipare al convito eucaristico. Conosciamo le parole che risuonano dal santo altare: ‘Beati gli invitati alla cena del Signore: ecco l’agnello di Dio, che toglie i peccati del mondo’. Questo invito ci chiama a sperimentare l’intima unione con Cristo, fonte di gioia e di santità. E’ un invito che rallegra e insieme spinge a un esame di coscienza illuminato dalla fede. Se siamo noi a muoverci in processione per fare la comunione, in realtà è Cristo che ci viene incontro per assimilarci a sé. Nutrirsi dell’eucaristia significa lasciarsi mutare in quanto riceviamo”. “Ogni volta che facciamo la comunione ci trasformiamo più in Gesù. Come il pane e il vino sono convertiti nel corpo e sangue del Signore, così quanti li ricevono con fede sono trasformati in eucaristia vivente. Quando ricevi l’eucaristia diventi corpo di Cristo, è bello questo! – sottolinea il Papa – Mentre ci unisce a Cristo, strappandoci dai nostri egoismi, la comunione ci apre ed unisce a tutti coloro che sono una sola cosa in Lui. Ecco il prodigio della comunione: diventiamo ciò che riceviamo! La Chiesa desidera vivamente che anche i fedeli ricevano il corpo del Signore con ostie consacrate nella stessa messa; e il segno del banchetto eucaristico si esprime con maggior pienezza se la santa comunione viene fatta sotto le due specie, pur sapendo che la dottrina cattolica insegna che sotto una sola specie si riceve il Cristo tutto intero”.