Dal Belice a Roma: focus su riqualificazione luoghi del sisma al Congresso nazionale degli Architetti

Importanti novità sono emerse durante l’Assemblea dell’Ordine degli Architetti, uno dei pochi Ordini di Italia ad affidare all’assemblea l’individuazione dei delegati che parteciperanno al Congresso nazionale degli Architetti, in programma a Roma dal 5 al 7 luglio prossimi. Delegati che avranno il delicato compito di portare sul tavolo del Congresso nazionale, la riqualificazione urbana con un focus sui piccoli centri così come indicato dal presidente dell’Ordine degli Architetti, Alfonso Cimino, e dall’intero Consiglio dell’Ordine. E il loro lavoro, comincerà con il convegno “I luoghi colpiti dal Sisma del 1968 nel Territorio Belicino della provincia di Agrigento. Analisi e Proposte degli Architetti”, in programma sabato 7 aprile a Santa Margherita Belice, dal quale sarà redatto un documento con le proposte da discutere in sede di Congresso nazionale, sulla riqualificazione dei centri della nostra provincia. I delegati individuati dall’Assemblea, sono: Pietro Fiaccabrino, Alessandro Tuttolomondo, Marcello Grillo, Giorgio Mangiaracina, Giuseppe Sferrazza Papa, Salvatore D’Antoni, Alfonso Lazzaro, Raimondo Zambuto, Carmelo Faldetta, Umberto Fazio, Riccardo Lombardo, Giuseppe Cacciatore, Maria Teresa Russo, Luca Cosentino, Alfredo Pinelli, Rosa Maria Corbo, Domenio Peritore, Salvatore Danile, Massimo Vella, Vincenzo Castelli, Giuseppe Mazzotta, Luisella Barberis, Dario Riccobono, Giuseppe Antona.

“Ai Delegati individuati – dice Alfonso Cimino – desidero porgere il mio personale ringraziamento, quello di tutti i Consiglieri dell’Ordine, che ho l’onore di rappresentare, e un augurio di buon lavoro nella speranza che il percorso tracciato in questi mesi, con le Amministrazioni comunali, per il rilancio dei centri storici e la rigenerazione urbana delle periferie, possa trovare un concreto sviluppo professionale”. E non è tutto. Durante l’Assemblea degli Architetti, sono stati approvati: il bilancio preventivo 2018 e il bilancio consuntivo 2017, sulla base di un buon lavoro di controllo effettuato dalla commissione Bilancio, composta da due colleghi esterni al Consiglio dell’Ordine e da un Revisore contabile, il quale ha redatto una relazione di revisione del bilancio che premia il lavoro fin qui svolto dal Consiglio dell’Ordine e dal Consigliere Tesoriere Salvatore Porretta. In ultimo, ma non certo per ordine di importanza, il Consiglio, con l’obiettivo di aggiornare alla normativa vigente sui contratti, di cui al D.Lgs. 50/2016, ha approvato le modifiche al Regolamento Interno di Contabilità e il Regolamento del Contributo di Solidarietà.