Elezioni a Santo Stefano di Quisquina, il sindaco Cacciatore si ricandida

Anche Francesco Cacciatore ha sciolto le riserve: si ricandida per il secondo mandato di sindaco di Santo Stefano di Quisquina. Nelle ultime settimane, come riporta il Giornale di Sicilia, è emersa una convergenza assoluta: la maggioranza che sostiene il sindaco Cacciatore – 10 consiglieri su 10 – ha  deciso di continuare il progetto intrapreso, anche alla luce dei risultati raggiunti in un momento storico che è tutt’altro che semplice per gli enti locali. Il sindaco uscente  ha dunque confermato le indiscrezioni che già, fra i ben informati, circolavano. A queste amministrative, in programma il 10 giugno, i consiglieri che verranno eletti a Santo Stefano Quisquina saranno 12, mentre gli assessori non potranno essere più di tre. «Ringrazio la maggioranza che in maniera unitaria ha riproposto la mia candidatura – ha detto, ieri, il sindaco uscente di Santo Stefano Quisquina, Francesco Cacciatore – . Sono orgoglioso di quanto è accaduto: ho iniziato il mandato iniziato con 10 consiglieri e l’ho concluso sempre con 10». Un fatto veramente inusuale. «Dopo una verifica fatta, ho sciolto la riserva, definendo la lista del consiglio comunale che è in fase avanzata, – ha aggiunto Cacciatore – . Ripartiamo dal progetto iniziale allargandolo e coinvolgendo la società civile in un progetto di civismo». Cacciatore sarà appoggiato infatti da Cinque Stelle, da Centrosinistra e Centrodestra.

«Vogliamo completare il progetto – garantisce Cacciatore – . Ci sono altri 4 o 5 piani di lavoro, di una certa rilevanza per Santo Stefano Quisquina, che sono in itinere e che non sono arrivati a conclusione per problemi di carattere burocratico. Mi riferisco alla caserma dei carabinieri, al piano regolatore generale e al project financing per la pubblica illuminazione. È importante, però, che abbiamo sistemato i conti del Comune emersi dalla armonizzazione contabile con il riaccertamento straordinario residui». Il confronto politico e programmatico ha, dunque, determinato la scelta della ricandidatura di Francesco Cacciatore a sindaco di Stano Stefano Quisquina che, adesso, appunto, aprirà a nuove forze della società civile realizzando un vero e proprio progetto civico. Nelle scorse settimane hanno confermato la loro candidatura per il secondo mandato anche gli uscenti di Grotte e Sambuca di Sicilia, rispettivamente Paolino Fantauzzo e Leonardo Ciaccio. Non si ricandiderà invece, così per come annunciato al termine della relazione annuale 2017, il sindaco di Castrofilippo Lillo Sferrazza.