Reddito minimo di sostegno in Sicilia, ddl La Rocca Ruvolo all’esame della commissione Lavoro dell’Ars

La deputata regionale Margherita La Rocca Ruvolo, presidente della commissione Salute dell’Ars, ha presentato un ddl per il reddito minimo di sostegno. Il testo è stato già assegnato per l’esame alla commissione Cultura, Formazione e Lavoro e per il parere alla commissione Salute; si attende adesso la calendarizzazione. “Il reddito minimo di sostegno – ha spiegato Margherita La Rocca Ruvolo nella relazione – cerca di alleviare, in assenza di altre misure, dato che i miglioramenti occupazionali del Jobs act dichiarati a livello nazionale non hanno avuto alcun riscontro in Sicilia, il reddito dei cittadini – permettendo loro di superare la soglia di povertà in linea con le previsioni della Carta dei diritti fondamentali dell’Unione europea che, all’articolo 34, riconosce e rispetta il diritto di accesso alle prestazioni di sicurezza sociale in casi come la maternità, la malattia, gli infortuni sul lavoro, la dipendenza o la vecchiaia, la disoccupazione prolungata o l’inoccupazione oltre che nel caso della perdita del posto di lavoro, anche per i lavoratori autonomi. Chi intende fruire di questa misura di sostegno deve dichiarare di essere disponibile a ricercare un’occupazione anche partecipando a progetti di formazione e di volontariato sociale promossi da enti pubblici e privati, pena la decadenza del beneficio. La previsione di un reddito minimo di sostegno consentirebbe non soltanto di perseguire un obiettivo di inclusione sociale, ma anche di dare effettività al diritto al lavoro e alla formazione, diritti fondamentali della persona, tutelati dalla nostra Costituzione”.